Skip to Menu Skip to Content Skip to Footer
 
FOTOGRAFIA DEL PAESAGGIO – L'Associazione Paesaggi Ritrovati organizza corsi di Fotografia del paesaggio. Fotoreporter di professione terranno lezioni nei fine settimana sul tema, per tutti gli appassionati di immagini che abbiano una storia da raccontare in mezzo alla natura. Info al numero di telefono 3492209766, oppure scrivete a paesaggiritrovati@gmail.com.
VACANZE ECOSOSTENIBILI IN PICCHIATA – Secondo le statistiche, per l'83% degli italiani la sostenibilità della vacanza è considerata una necessità, oltre che una scelta, assieme alla preoccupazione dei danni che si possono procurare all'ambiente. Sono i giovani a dimostrare i timori maggiori, specie per il rischio cementificazione (80%). Sono dati del I rapporto su Turismo sostenibile ed ecoturismo presentato alla Bit, la Borsa Italiana del Turismo di Milano. Nella classifica delle attrazioni turistiche vincono la natura incontaminata e le bellezze paesaggistiche, seguite a ruota da cultura, storia e arte.
ENOGASTRONOMIA PER RILANCIARE IL TERRITORIO - La buona cucina e il buon vino valgono un viaggio. A confermarlo, un sondaggio di TripAdvisor, autorevole community dei viaggiatori europei, che parla del 40% di turisti europei pronti a programmare una vacanza eno-gastronomica per quest'anno in Italia. Secondo un'analisi sui dati dell'Osservatorio nazionale del turismo, inoltre, i viaggi enogastronomici valgono circa 5 miliardi di euro e sono sempre di più gli italiani che scelgono una vacanza all’insegna della buona tavola.
VACANZE SICURE, ANCHE CON I PIU’ PICCOLI – E’ record di chiamate al call center del Ministero del Turismo da quando è stato attivato il servizio ‘Easy Italia-Vacanze sicure’, per tutti gli italiani che vogliono programmare un viaggio all'estero. Da diverso tempo, ormai, il numero 039039039 fornisce anche informazioni sulle aree più “calde” del mondo, cioè sulle destinazioni dove, temporaneamente, è sconsigliato recarsi o dove è necessario muoversi con prudenza. Le notizie sono disponibili anche sul portale www.italia.it alla pagina “Vacanze sicure”, collegata ai siti specializzati della Farnesina, che ha già registrato migliaia di accessi. La maggior parte delle richieste hanno riguardato l’area del Nord Africa e del Medio Oriente, mete da evitare per il momento. In realtà, viaggiare al sicuro in Paesi lontani, anche con i bambini e anche dove le condizioni igienico-sanitarie non corrispondono agli standard occidentali, è possibile. Basta pianificare la vacanza con cura e prendere le debite precauzioni, seguendo i consigli del vademecum “In viaggio con i bambini”, realizzato dal Ministero con la collaborazione del Dipartimento materno-infantile dell'ospedale Luigi Sacco e Fatebenefratelli di Milano. Il manuale, diffuso in versione cartacea, si può scaricare anche dal portale Italia.it.
NASCE IL REGISTRO NAZIONALE DELLE IMPRESE STORICHE – E’ un’iniziativa di Unioncamere in occasione della ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Le 150 imprese nazionali più antiche, che nel tempo hanno trasmesso alle generazioni successive il loro patrimonio di esperienze e valori imprenditoriali, sono state premiate con una cerimonia pubblica a Roma, in occasione della giornata conclusiva delle varie iniziative del sistema camerale per celebrare il 150° dell’Unità nazionale. L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese attive di qualsiasi forma giuridica operanti in qualsiasi settore economico, iscritte al Registro Imprese, con esercizio ininterrotto dell’attività nell’ambito del medesimo settore merceologico per un periodo non inferiore a 100 anni. A validare le informazioni dal punto di vista storico scientifico, è previsto un apposito Comitato che sovrintende la tenuta e l’aggiornamento dell’elenco.
 

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Venerdì 30 Luglio 2010 11:39

Ferragosto in Abruzzo con la Sagra dei Talami di Orsogna

There are no translations available.

Sagra dei Talami di OrsognaIn collaborazione con il portale americano www.gourmetcookingandliving.com

E’ detta anche la festa dei ‘quadri biblici viventi’, una manifestazione a metà fra il sacro ed il profano che ogni anno ad Orsogna, piccolo centro in provincia di Chieti, in Abruzzo, festeggia la Pasqua e viene riproposta in estate per illuminare la notte di Ferragosto. Si tratta della Sagra dei Talami, una sorta di spettacolo teatrale itinerante di antiche origini, che fa ripensare al ‘Talamo nuziale’. E’ da lì, in effetti, che parte la tradizione secolare, i talami, semplici altari di legno arricchiti e rimodellati con scene viventi del Vecchio e Nuovo Testamento che, dalle 22 della sera a cavallo tra il 15 ed il 16 di agosto, sfilano per un paio d’ore tra le contrade del paese, sbucando da sette diversi quartieri caratteristici.

La particolarità di questo evento, in realtà, sta proprio nel motivo per cui si ripete anche in estate. Paradossalmente, infatti, questo non avviene in occasione della festa in Dicembre di San Nicola, patrono di Orsogna, ma di quella di San Rocco, un Santo agostano (estivo) per così dire, dedicandolo a coloro che negli anni ’50 e ’60 sono emigrati in America e che oggi tornano al paese solo nel periodo feriale.   

La Sagra abruzzese è una delle manifestazioni religiose popolari più antiche del nostro Paese, diffusa per di più in tutta Europa, seppur con nomi differenti. La sua origine risale al 1300 ed è legata all’effige bizantina di una Madonna nera, la Madonna del Rifugio, distrutta nel corso della Seconda Guerra mondiale che, secondo la tradizione, riusciva a cambiare il colore del viso e a muovere gli occhi. In suo onore, infatti, sono nati i primi Talami. Nel tempo, purtroppo, gli altri Paesi europei hanno perso questa usanza, mentre in Italia ad oggi, Orsogna rimane l’unico luogo che la conserva quasi come quella originaria. Unica eccezione nel panorama europeo è la ‘Mystery Plays’ di York, in Inghilterra, rievocazione medievale molto rigida della versione autentica.   

La festa italiana dei Talami, in realtà, oggi è molto più folcloristica e collegata al territorio. Dei sette palchi sfilanti sei sono posti su carri trainati da trattori, mentre l'ultimo, detto de ‘La Risurrezione’, viene portato a spalla dagli alpini con un segno di speranza ad un anno dal terribile terremoto che ha devastato il cuore della regione. Senza contare che il nome stesso ‘Sagra’ fa subito pensare ad una fiera gastronomica più che religiosa. In effetti, la Sagra dei Talami è anche questo.

Diverse sono le pietanze orsognesi tipiche di questo periodo: dalle ‘Cucuccelle aribbinute’, zucchine essiccate d’estate, poi ravvivate in acqua bollente e cotte al sugo di pomodoro con aglio e peperoncino a cui di norma si abbinano le salsicce di maiale, alle ‘Sardelle mprijadurije’ (ovvero: sarde secche in ... purgatorio), comuni sarde sotto sale che, lavate e diliscate, vengono cotte in olio, poca acqua, aglio, prezzemolo e peperoncino per poi bagnarvi il pane dentro. Come dimenticare, poi, la Cipollata, semplice cipolla locale soffritta e passata al sugo su cui gli orsognesi ricordano un detto per indicare ironicamente quanto poco gradita sia agli uomini: "La moje chi vvo' bbene a lu marite la sera ji fa ritruvà la cipullate" (ovvero: la moglie che vuol bene al marito, per cena, ahimè! gli fa trovare la cipollata).

I piatti del giorno dei Talami rimangono, però, principalmente due: la ‘Pizz' e ffuje’, una focaccia di farina di mais e verdura mista di campo, e la ‘Gnuccune aristufate’, una sorta di pasta al forno casareccia un tempo tenuta al caldo nel tepore del camino spento.

A cura del Servizio Adv.

Le foto sono di ‘Interno Ottica’ di Cavaliere Anna Maria, che ne concede l'uso.

QUESTO ARTICOLO LO TROVI NELLA RUBRICA: DEDICATO A..... - This article belongs to category: ENTI PUBBLICI

Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

DEDICATO A.....

SPAZIO PUBBLICITARIO

Le vostre segnalazioni

SPAZIO PUBBLICITARIO

PATROCINIO

  • Banner

IL SONDAGGIO

Il mio impegno per madre natura


SPAZIO PUBBLICITARIO

  • Banner